PAROLE IN RETE - WORDS ON THE NET
Periodico di cultura diretto da Letizia Gariglio

BECCATI ‘STO CIUCCIO DIGITALE E TACI! di Letizia Gariglio

Beccati ‘sto ciuccio digitale e taci! di Letizia Gariglio Sul seggiolone il neonato rompe, piange, fa capricci. La pappa è finalmente è pronta ma di lasciarlo schizzare minestrina da tutti i pori neanche se...

BESTIARIO CASALINGO E DINTORNI (maggio)

L’offerta di Domenico DiaferiaIl mio cane mostra e offrea chi è gradito nella casail suo prezioso osso -nessuno ha osato ancoralevarglielo dai dentiné assaporarlo. A Easy di Domenico DiaferiaBreve libertà caninadei sensi primitivitra pause...

LA PIÙ PICCOLA FORMA DI POESIA: LO HAIKU

Introduzione allo haiku. Dalla raccolta inedita Riflessi mossi – haiku italiani – di Grazia Valente Lo haiku è un genere poetico giapponese che si prefigge di rendere la naturalezza e la concretezza della realtà....

POESIA DI STAGIONE: HAIKU DI PRIMAVERA di Grazia Valente

 Haiku di primavera di Grazia Valente passeri, zitti! la magnolia sfiorita                           sto contemplando In realtà,  lo splendido albero perde per prime le...

SCRITTURA CREATIVA NEGLI USA: TESTIMONIANZE DI CARVER di Grazia Valente

Nel 1971 Raymond Carver  (1938-1988) diventa lettore di Creative writing presso la University of California a Santa Cruz; successivamente tiene alcune conferenze in diverse prestigiose università americane. Nel volume Voi non sapete che cos’è...

«PRONTO? VOGLIO PARLARTI DEL TELEFONINO…» di Letizia Gariglio

«Pronto? Voglio parlarti del telefonino…» di Letizia Gariglio A Ivrea nel 2017 (sentenza del 30 marzo del Tribunale di Ivrea) è stata riconosciuta una relazione fra l’uso del cellulare e l’insorgenza di un tumore....

SCRITTURA CREATIVA NEGLI USA: TESTIMONIANZE DI BURROUGHS di Grazia Valente

Una piccola premessa. Le scuole di scrittura non sono un’invenzione di tempi relativamente recenti. Nel 1931, a Parigi, circolava un volantino pubblicitario che recava a caratteri cubitali la dicitura DEVENEZ ECRIVAIN  con il quale...

QUEL PO’ PO’ DI TORINO di Domenico Diaferia

I plataniI platani scorzati fino al verdeda vento e tempo al parcohanno disegni strani e fascinosi:mimetici giganti immobiliguardiani a corse dei bambini,o maculati invitanoal gioco strano dei grandidi immaginare verità nascoste. Il torettoScroscia sempre...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: